Tossina botulinica per abbronzatura omogenea e contrasto iperidrosi

Tossina botulinica per contrastare le rughe e garantire un’abbronzatura omogenea e trattamenti per risolvere i fastidi causati dall’eccessiva sudorazione estiva: sono i due accorgimenti suggeriti dagli esperti di Aiteb in vista dell’inizio del caldo e dell’organizzazione delle ferie estive. 

“Con l’arrivo della stagione estiva – spiega il presidente di Aiteb, Salvatore Piero Fundarò – aumenta l’attività mimica della parte alta del viso perché a causa del fastidioso riverbero del sole tendiamo ad aggrottare maggiormente le sopracciglia per riparare gli occhi. Questa maggiore attività determina un incremento della formazione di rughe concentrate soprattutto nella zona perioculare e molto spesso comporta anche un’abbronzatura non uniforme dovuta al fatto che all’interno delle rughe la cute rimane più chiara rispetto alla zona circostante”. 

Per questo motivo l’Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino consiglia di sottoporsi a un trattamento con tossina botulinica all’inizio dell’estate, certi che il suo effetto durerà almeno fino a settembre. 

“In questo periodo – continua Fundarò – registriamo un aumento delle richieste di trattamenti con botulino per ridurre l’iperattività muscolare, avere un miglioramento delle rughe, e quindi, anche l’omogeneità cutanea dell’abbronzatura”. 

Un altro trattamento molto richiesto e consigliato dagli esperti in vista del caldo estivo è quello che va a incidere sull’iperidrosi. “La sudorazione aumenta in modo significativo a livello ascellare, toracico, sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi. Questo può essere anche un fastidioso problema a livello sociale, per questo motivo all’inizio della bella stagione in molti si rivolgono a noi per risolvere il problema”. 

Sul fronte della dermatologia le indicazioni degli esperti sono quelle tradizionali del rispetto della propria pelle. “I consigli che noi dermatologi diamo ogni anno – spiega il dottor Maurizio Benci, dermatologo vice presidente Aiteb – è di non scottarsi, di evitare le ore più calde, di esporsi al sole con cautela in base al fototipo della propria pelle. Più il fototipo è basso e più è necessario fare attenzione: serve massima protezione, idratazione mattutina, durante il giorno e la sera, evitare  l’uso di saponi troppo detergenti, preferire gli oli. I problemi che possono emergere con comportamenti errati sono i tumori della pelle e l’invecchiamento precoce”. 

E sul fronte dei trattamenti da fare a inizio estate Benci consiglia “la tossina botulinica anti rughe intorno agli occhi e un trattamento di idratazione profonda con acido ialorunico che può essere utile dopo tanti giorni al sole. Dal punto di vista della cosmetica consiglio maschere idratanti, lenitive post sole da fare anche quotidianamente”.